Get Adobe Flash player
Area Riservata
K38 Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di K38 Italia


Sito Autorizzato
k38 authorized web small.png

Corso Oristano Report

Ottima riuscita per il corso di Oristano, abbiamo condiviso queste 2 intense giornate con allievi volenterosi e desiderosi di apprendere questo particolare sistema di soccorso attraverso le Aquabike.

Il Report del corso è descritto da Daniele, nostro Allievo Istruttore e colui che si è dedicato ad effettuare le foto del corso.

Una maniera di comprendere meglio le sensazioni che vengono condivise attraverso una formazione che non si limita a fornire dei dati, ma che cerca di costruire spirito di corpo e cooperazione, fondamenti non meno importanti quando si lavora in determinati contesti.

Prima di lasciarvi alla lettura, dobbiamo ringraziare gli Enti e le Aziende che ci supportano in questo compito che portiamo avanti, come la Capitaneria di Porto di Oristano, il Capo Camp di Sa Mesa, L’AVIS di Valledoria e la Maremoto di Genova.

Il prossimo corso si terrà a Fano il 6 e 7 Maggio in collaborazione con la Maredentro ASD.

Clicca qui per vedere alcune foto del corso

 

Corso Base Salvataggio con Aquabike della K38 Italia del 18/19-03-2017.

PRIMA GIORNATA:

L'incontro inizia la mattina alle ore 08:30, dove sia gli Istruttori che gli allievi si fanno conoscere tramite una presentazione personale. La mattinata è dedicata alla teoria dove viene spiegata l'importanza dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuale), delle Attrezzature e dei Mezzi. Grande interesse dei corsisti sulle procedure e priorità del soccorso, grazie alle quali, i futuri soccorritori, faranno pratica durante il corso.

Dopo una breve pausa pranzo dove il Team di lavoro ha potuto stringere ancora di più i rapporti, si torna subito al lavoro.

Partecipanti e Istruttori si preparano e indossano i propri DPI, per poi spostarsi all'esterno dove i mezzi li aspettano.

L'attenzione è alta durante la spiegazione delle procedure di controllo dell’Aquabike, i ragazzi non perdono nessuna delle parole durante le spiegazioni.

Coscienti dell'importanza di ogni gesto i ragazzi ripetono le procedure e fanno domande grazie alle quali capiscono ancora di più il valore di ciò che stanno imparando.

Una volta terminati i controlli spostiamo i mezzi in spiaggia dove iniziano gli esercizi di conduzione, svolgendo manovre di sicurezza e mettendo alla prova le proprie capacità nel condurre un mezzo fino ad allora sconosciuto, o perlomeno non utilizzato per lo scopo del Soccorso.

Il Tempo aiuta, il mare è calmo, il sole splende e la giornata scorre fluida fino al tramonto e bisogna riportare i mezzi in sede, lavarli e svolgere le procedure di manutenzione in modo di ritrovarli efficienti e nuovamente pronti all'uso.

Una volta terminata la manutenzione ed essersi cambiati, si torna in aula per l'ultimo briefing della giornata, durante il quale si condividono le esperienze e si parla del lavoro del giorno dopo, verificando le previsioni, le quali danno onda in aumento da Nord-Ovest, prospettando una giornata impegnativa!

 

SECONDA GIORNATA:

La sveglia suona presto e anche se affaticati della prima giornata, ci troviamo tutti motivati e con tanta voglia di lavorare.

Si inizia con un briefing dove si definiscono i vari step e i gruppi di lavoro.

Una volta spostati all'esterno i ragazzi prima di indossare i DPI, viene effettuata un'attivazione muscolare e gli istruttori sottolineano l'importanza della preparazione fisica di un operatore e del riscaldamento prima dell'attività che si va a svolgere.

Sotto gl'occhi attenti degli istruttori i ragazzi effettuano autonomamente i controlli dei mezzi e dell'attrezzatura. Dopo di che si scende in spiaggia dove li aspetta un mare in aumento e una leggera brezza di maestrale. Sotto gli occhi attenti dei loro Insegnanti vengono ripetute alcune manovre del giorno prima e se ne apprendono di nuove.

Il lavoro da fare e lungo e la pausa pranzo si svolge in spiaggia, un panino e subito al lavoro.

Il livello del corso è buono e i gli allievi si impegnano moltissimo, così grazie al loro pregresso background, il corso si sposta in una zona più impegnativa della baia dove le onde crescono e si possono effettuare simulazioni di soccorso più realistiche.

Tensione e determinazione procedono di pari passo, gli Istruttori con occhio attento li osservano e guidano le simulazioni  senza intoppi.

Cala un altro tramonto e si torna alla base per effettuare le operazioni di manutenzione e carico delle Aquabike.

Durante il de-briefing di fine corso, gli allievi parlano delle loro sensazioni insieme ai loro preparatori, sensazioni forti, ma tutti consapevoli che questo è solo un primo passo della loro formazione come soccorritori e che solo allenandosi e formandosi adeguatamente potranno migliorare le loro capacità. Il Team leader Fabio Annigoni prosegue con le sue considerazioni su ognuno dei presenti, ritenendosi soddisfatto del lavoro svolto e felice dell'impegno messo in gioco da tutto il Team di lavoro. Prosegue con la consegna dei certificati ai ragazzi i quali con il sorriso tra i denti ma con lo sguardo pensieroso pensano al prossimo passo della loro formazione.