Get Adobe Flash player
Area Riservata
K38 Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di K38 Italia


Sito Autorizzato
k38 authorized web small.png

Incontri che fanno la differenza (Convegno Olbia Report)

 

Clicca qui per guardare le foto del Convegno


Il 28 Gennaio nella città di Olbia presso la Sala convegni del Museo Civico, si è svolto un importante Convegno sulla Sicurezza Acquatica e in particolare su quella Fluviale e Alluvionale.

Più di 200 i partecipanti all'evento, provenienti da diverse località della Sardegna e a rappresentare i maggiori Enti preposti a questo servizio, quali Vigili del Fuoco, Protezione Civile, Croce Rossa, Guardie Zoofile.

L'incontro introdotto dai Vigili Del Fuoco, ha visto avvicendarsi diversi relatori come Vincenzo Minenna, la Dott.ssa Cristina Orsingher, il Dott. Alessio Baghin, tutti esperti di soccorso fluviale/alluvionale della Rescue Project, Fabio Annigoni della K38 Italia, quale esperto di soccorso con Aquabike/moto d’acqua da soccorso.   Tutti professionisti esperti dei rispettivi settori, i quali hanno condiviso le loro opinioni ed esperienze.

Il pubblico presente ha risposto con grande interesse su ognuno dei molteplici argomenti trattati quali:

- Formazione - Metodo - Capacità

- Tecniche di soccorso/Fluviali-Alluvionali

- L'importanza di avere un metodo condiviso

- Mezzi di soccorso, innovazione e utilizzo

- Materiali per il soccorso

- Psicologia dell'emergenza

- Tempistiche nell'emergenza

Tanti i punti che univano Relatori nei loro interventi, si è parlato di formazione condivisa, delle capacità necessarie per operare e della consapevolezza dei rischi corsi dagli operatori.

Si è evidenziata l'importanza di saper valutare autonomamente in base alla situazione e alle proprie capacità, in modo da non intralciare il soccorso o non mettere se stessi o gli altri in pericolo e si è parlato di nuovi metodi e materiali certificati da utilizzare per non incombere in traversie giudiziarie.

Il convegno dopo una breve pausa pranzo si è spostato all'esterno dove tutti i partecipantii hanno avuto la possibilità di mettersi alla prova nei vari workshop organizzati a terra. È stato infatti possibile provare attrezzature, allenarsi con un simulatore del massaggio cardiaco e visionare i mezzi con i quali si effettuano i soccorsi.

Altissimo l'interesse anche per le prove in acqua.

notevole e innovativo il Rescue PRO-JET, il mezzo brevettato dalla RESCUE PROJECT, studiato per il soccorso fluviale e non solo, in grado di essere utilizzato a motore o a remi e dotato di ottima stabilità.

Sono seguite alcune prove di soccorso con l’Aquabike della K38 Italia, che ha messo alla prova i diversi volontari che si sono alternati in simulazioni prima come vittime e poi come soccorritori.

Al termine delle prove si è tenuta un'esaltante esibizione di Flyboard, effettuata dall'atleta di fama Internazionale nonché volontario della protezione civile, Simone Careddu, naturalmente sotto l'occhio attento della Capitaneria di Porto e del Team K38 Italia Marco Bruno e Daniele Concas.

Doveroso ringraziare gli organizzatori di questo incontro, determinante per trasmettere messaggi chiari e diretti, destinati a migliorare la conoscenza e le capacità dei volontari che operano sul territorio.